batteri-cellula batterica by Bioiris

Le cellule batteriche sono cellule definite procariotiche, che differiscono dalle cellule eucariotiche per la mancanza di nucleo.

Il Nucleo ha la funzione di separare il DNA dal resto della cellula  e di una organizzare la cellulare interna.

<< cellule eucariotiche sono quelle che costituiscono i funghi e le cellule dell’organismo di piante ed animali in generale

I batteri sono presenti ovunque anche se non possiamo vederli.

Le loro dimensioni sono nettamente inferiori rispetto a quelle percepite dall’occhio umano.

cellula batterica by BioirisNel nostro organismo i batteri svolgono una serie di ruoli molto importanti. Ad esempio,  i batteri presenti nella flora intestinale svolge delle importanti azioni protettive, oltre che intervenire in una serie di reazioni fondamentali che portano alla formazione di molecole essenziali per il nostro organismo. Quelli presenti sul derma a livello della cute svolgono degli importanti ruoli protettivi.

Ma non tutti i batteri sono nostri alleati!

Esistono una serie di batteri, che si definiscono patogeni, che sono in grado di arrecare danni al nostro organismo, qualora siano in grado di penetrarvi.

Contro questi ultimi, utilizziamo gli antibiotici sfruttandone la loro attività antimicrobica. L’antibiotico esplica il suo effetto solo sulle cellule batteriche.

Nel corso del tempo sono stati isolati, o sintetizzati ed in seguito utilizzati, sempre nuovi antibiotici:  le tetracicline, le eritromicine, la vancomicina …

cellula batterica by Bioiris

Sebbene gli antibiotici facciano da scudo per gli attacchi batterici, l’utilizzo continuativo può essere dannoso.

É stato proprio l’abuso nel corso degli anni, che ha portato allo sviluppo di batteri resistenti. Il rapido incremento delle infezioni resistenti agli antibiotici  rappresenta dunque una seria sfida alla terapia antimicrobica.

Nella loro esistenza, i batteri hanno messo in atto una serie di meccanismi che li rendessero resistenti ai vari stress ambientali. La formazione di cellule resistenti, cellule batteriche che entrano in uno stato stazionario e mostrano una elevata tolleranza agli antibiotici, ne è una conseguenza.

L’ecosistema in cui viviamo a causa dell’inquinamento e della contaminazione di acqua, aria, suolo, e di conseguenza del cibo che mangiamo, incrementa malattie cronico degenerative, come il tumore. A causa dello scorretto modo di alimentarsi sono in netto aumento anche patologie cardio vascolari, come gli infarti, o ancora ictus, malattie come il diabete che iniziano a manifestarsi anche nei più piccoli.

L’attenzione di ciascuno di noi è spostata su questa tipologia di eventi sottovalutando  la formazione di ceppi batterici resistenti agli antibiotici, che potrebbero essere una minaccia ben più grave di malattie epocali.

La possibilità del verificarsi di un’epidemia, causata da un ceppo, avrebbe conseguenze piuttosto gravi se non ci sarebbero antibiotici per poterla arginare. Per tale motivo non bisognerebbe mai abusare di antibiotici, o di farmaci in generale

La ricerca è sempre più indirizzata verso la scoperta e la sintesi chimica di nuove tipologie di antibiotici.

L’abuso è dannoso per la nostra salute che è quanto di più prezioso abbiamo, e che con i giusti mezzi e le giuste informazioni deve essere sempre salvaguardata da ciò che ci circonda.