Il sistema immunitario – Il nostro organismo e i meccanismi di difesa – II parte approfondimento

sistema immunitario by Bioiris®

Il sistema immunitario è uno dei più importanti sistemi del nostro organismo.

Senza di esso, qualsiasi patogeno, che sia un virus o un batterio o un fungo, potrebbe penetrare all’interno del nostro organismo e arrecare gravi danni, che talvolta potrebbero anche essere irreversibili.

Inoltre se non avessimo il sistema immunitario saremmo molto più esposti a malattie cronico-degenerative. Infatti esso ci protegge ad esempio dalle cellule tumorali, grazie all’intervento di alcune fondamentali cellule che sono i macrofagi.

Essi sono le sentinelle del nostro organismo, e sono devi veri e propri spazzini. Circolano all’interno del nostro organismo, e nel momento in cui riconoscono qualcosa di estraneo, non-self, lo fagocitano ed eliminano grazie ad alcuni meccanismi specifici. Quindi le cellule tumorali, che hanno subito delle trasformazioni a carico di strutture specifiche presenti sulla loro superficie, vengono riconosciute come non-self, inglobate dai macrofagi ed in ultimo eliminate.

In generale le cellule dell’immunità vengono chiamate  leucociti, o globuli bianchi. Essi hanno dei valori di riferimento che oscillano tra 4000 e 10000 circa, per millimetro cubo di sangue. La formula leucocitaria infatti rappresenta quello che è il conteggio dei globuli bianchi. Quando parliamo di leucociti facciamo riferimento a cellule che sono neutrofili, eosinofili, basofili (che nel complesso prendono il nome di granulociti), macrofagi, linfociti, ognuno dei quali ha dei range di valori di riferimento.sistema immunitario by Bioiris®

Quando facciamo un emocromo e vediamo alterazioni a carico del numero di neutrofili, queste potrebbero essere provocate dalla presenza di infezioni batteriche. Alterazioni a carico del numero di eosinofili potrebbero essere provocate da infezioni da parte di parassiti come ad esempio vermi. Mentre i basofili sono in genere implicati nei fenomeni allergici, di conseguenza alterazioni a carico del loro valore potrebbero essere provocate da questi fenomeni.

Quando parliamo di sistema immunitario, e quindi di immunità, bisogna fare una distinzione tra quella che è l’immunità innata, e l’immunità adattativa. L’immunità innata si chiama così in quanto essa è appunto innata. È tipica di tutti gli organismi. Nel momento in cui un germe riesce a superare quelle che sono le barriere fisiche e anatomiche del nostro organismo, e riesce a penetrare, in pochissimi secondi si attiva l’immunità innata.
Essa non è specifica nei confronti dei vari germi, ma agisce contro qualsiasi patogeno allo stesso modo. E un esempio di cellule che fanno parte dell’immunità innata sono i suddetti macrofagi.sistema immunitario by Bioiris®

L’immunità adattativa invece entra in gioco dopo una o due settimane dalla penetrazione di un patogeno all’interno dell’organismo. Ma vediamo in cosa consiste. Quando parliamo di immunità adattativa facciamo immediatamente riferimento agli anticorpi. Essi sono delle proteine prodotte da particolari tipi di cellule dette linfociti B. Sono delle proteine altamente specifiche, ovvero ogni tipologia di anticorpo agisce contro un particolare patogeno.
Specifichiamo che affinchè i nostri linfociti possano riconoscere il germe e di conseguenza sintetizzare specifici anticorpi ci vuole un certo periodo di tempo, che appunto è circa una o due settimane. In realtà nel momento in cui i linfociti B devono produrre gli anticorpi, essi devono differenziarsi in due linee cellulari, chiamate plasmacellule e cellule della memoria.
Le plasmacellule sono appunto quelle deputate alla produzione di anticorpi, mentre le cellule della memoria svolgono un ruolo fondamentale, ovvero conservano la memoria dell’avvenuto contatto con un determinato patogeno, di conseguenza nel momento in cui entreremo in contatto per la seconda volta con lo stesso germe non ci ammaleremo. Infatti non possiamo ammalarci per due volte della stessa malattia infettiva, è il caso ad esempio delle malattie esantematiche.

Esiste inoltre un’altra popolazione di linfociti, che si chiamano linfociti T, il cui compito è quello di coadiuvare tutti gli altri tipi cellulari nella eliminazione di un agente estraneo. Dunque immunità innata e adattativa cooperano tra loro allo scopo fondamentale di proteggerci, rendendo così il nostro organismo un sistema perfetto.