Sonno, quali sono le caratteristiche delle sue fasi?

REM “sonno paradosso” e non REM “sonno ortodosso” bioiris

Gli esseri umani possono trascorrere circa un terzo della loro vita a dormire. Un sonno continuato durante la notte, per almeno otto ore è ben noto che abbia effetti benefici sull’organismo. Allontana lo stress e tutto ciò che esso comporta, migliora lo stile di vita quotidiano, tiene sotto controllo eventuali sbalzi ormonali che possono essere causa di cattivo umore e non solo, ci tiene lontani da fenomeni di depressione, ci aiuta a rigenerare le cellule dell’organismo. In linea generale quindi dormire ha degli effetti del tutto positivi, e dormire male o non dormire affatto ha altrettanti effetti negativi.

Da un punto di vista fisiologico è possibile distinguere due fasi del sonno, REM “sonno paradosso” e non REM “sonno ortodosso”. Esse si alternano in modo ciclico ed hanno delle specifiche caratteristiche. Il diverso alternarsi di queste due fasi è stato dimostrato tramite specifiche indagini, come elettroencefalografie, elettrooculografie. Queste sono servite per studiare cosa realmente accadesse a livello cerebrale e oculare durante il sonno.

La prima fase che si presenta è il sonno non REM, che a sua volta avviene in quattro differenti stadi, caratterizzati da una profondità sempre maggiore.
La fase uno è la prima a manifestarsi ed in media dura circa cinque minuti, è la cosiddetta fase di addormentamento.
La seconda fase può durare dai dieci ai venticinque minuti, ed è una fase di sonno leggero.
La terza fase è quella di sonno profondo, ma caratterizzato da onde cerebrali molto ampie e lente, e dura pochi minuti.
Infine la fase quattro è la fase di sonno profondo, in cui abbiamo una rigenerazione dell’organismo e delle sue attività metaboliche, e può avere una durata fino a quaranta minuti.

Alla seguente fase di sonno REM è associato il sogno. È chiaro che essendo l’organismo in uno stato di atonia muscolare, assenza di riflessi ed attività metabolica molto bassa, esso non può reagire ad eventuali sogni o incubi. Inoltre è stato studiato che la fase di sonno REM è fondamentale nel consolidamento dei ricordi.

REM “sonno paradosso” e non REM “sonno ortodosso” bioiris

L’insonnia, di cui purtroppo molte persone soffrono, è una vera e propria patologia, che non consente di dormire per un numero di ore sufficienti. Questo chiaramente può comportare come conseguenza delle situazioni di stress e malessere per la persona. Quindi dormire bene, in modo continuato consente all’organismo di rilassarsi e di rigenerarsi completamente. È essenziale dormire per ripristinare tutte le attività metaboliche necessarie all’organismo, per poter affrontare le giornate con la giusta carica ed energia.